Phragmipedium - Orchids - Cultivation techniques and main species of the Phragmipedium orchid


OUR ORCHIDS FRIENDS

PHRAGMIPEDIUM

Cultivation techniques

Pages 1 -2

BOTANICAL CLASSIFICATION

Kingdom

:

Plantae

Clado

: Angiosperms

Clado

: Monocotyledons

Order

:

Asparagales

Family

:

Orchidaceae

Kind

:

Phragmipedium

Species

: see page 2

GENERAL CHARACTERISTICS ORCHID PHRAGMIPEDIUM

The Phragmipedium is a very controversial genus of orchids as a species attribution. In fact, those that today are species belonging to this genus, for a long time have been classified among theCypripedium section Paphiopedilum and call Selenipedium. Even today it happens that they are called incorrectly orCypripedium or Selenipedium or Phapiopedilum.

The name Phragmipedium comes from the Greek phragma "Separation, division" e pedilon "Shoe" in reference to the divisions of the ovary and to the shape of the labellum (scarpetta).

About twenty species belong to this genus (there are numerous hybrids) originating from a vast belt that starts from Mexico up to South America (Rio de Janeiro - Brazil). We find them in the mountains at an altitude of 900-1500 m, some at sea level, others in the high mountains at 2500-3000 m above sea level. All areas with a tropical or subtropical climate.

They are mostly plants TERRESTRIAL , some are lithophyte like the species Phragmipedium caudatum, Phragmipedium lindenii isPhragmipedium wallisii. Very few are epiphytes .

Some species develop near waterways, near waterfalls or on alluvial banks, so much so that they are submerged during rainy periods (remember:Phragmipedium caricinum, Phragmipedium kaieteurum, Phragmipediumklotzschianum, Phragmipedium lindleyanum, Phragmipedium longifolium, Phragmipedium pearcei and Phragmipedium sargentianum).

The genus is divided into two groups

:
  1. the first group ofPhragmipedium it is characterized by species with quite small but very colorful flowers and with very similar sepals and petals. In this group we have:Phragmipedium besseae, Phragmipedium schlimii, Phragmipedium fischerii and the brand new Phragmipedium kovachii;
  2. the second group ofPhragmipedium it includes all the other species characterized by narrower and longer sepals than medium-large or large petals with colors ranging from yellow, to brown, to red and pink.

They are provided with a short rhizome from which starts the erect stem which has a tuft of elongated leaves and from this stem the flower stems start and end with a racemic or paniculate inflorescence.

The flowers of the Phragmipedium they vary in size depending on the species, but always equipped with large bracts at the base.

As for the cultivation techniques, there are slight differences between some species ofPhragmipedium since they live in habitats that are often very different from each other. But they have several points in common. In general we can say that iPhragmipedium orchids are suitable for those who are always afraid to water their orchids a little. In fact they are the only ones that resist without problems, indeed they like very high humidity levels in the roots.

TEMPERATURE AND VENTILATION ORCHID PHRAGMIPEDIUM

Although there are species of Phragmipedium which live at rather high altitudes, in most of the species the thermal requirements are very close to those of Cattleya. The best are in fact average temperatures in summer and during the day between 29-32 ° C while in winter they average around 16 ° C.

They can tolerate even higher temperatures, up to 35 ° C as long as they have excellent humidity and ventilation and good shading. At least 13 ° C. For thePhragmipedium it is important to guarantee a certain temperature range between day and night of about 5-6 ° C.

Obviously there are exceptions as in the case ofPhragmipedium caudatum that living around 3000 m of altitude (native to the area of ​​Cutzo - Peru) the average temperatures during the day are between 27 ° C to 30 ° C (even 37 ° C) while the average temperatures of the night vary from 7 ° C to 15 ° C with peaks even below zero.

The Phragmipedium they love airy environments but beware of air currents that are not welcome.

(For more information on temperature and ventilation see the article: «Temperature and ventilation of orchids»).

PHRAGMIPEDIUM ORCHID LIGHT

There Phragmipedium love the light which is their first necessity. From this point of view they closely resemble Cattleya. Growing it at home, the ideal location is in a window facing east or west; in the South it could be fine if you have the foresight to protect it from excessive insolation. Exposing it to the north is definitely not recommended as the amount of light is far too little.

The only exception is thePhragmapedium besseaewhich instead requires a much more moderate light intensity.

A typical index to know if the amount of light is sufficient is given by the color of the leaves: if dark green or too light green it means that there is not enough light. The color of the leaves of aPhragmipedium in good health it must be a beautiful bright green.

In any case, be careful not to expose them to direct sunlight which causes the leaves to burn very easily.

(For more information on light, see the article: "Orchid needs for light").

WATERING AND HUMIDITY ORCHID PHRAGMIPEDIUM

The Phragmipedium they love wet. The roots must remain constantly wet as opposed to the leaves which must remain dry.

It is necessary to water in the morning, to allow the leaves to dry and thus avoid the onset of dangerous diseases. We must be careful that the water does not stagnate between the interstices of the leaves as although they are very demanding in terms of root humidity, vice versa they are very demanding in terms of non-leaf humidity.

A shortage of water for these plants is much more harmful than an excess of water.

A typical symptom of water shortage is the leaves staining on the tips.

Maintain a humid environment around yours Phragmipediumis critical. Now, in our homes it is not always easy to be able to simulate a corner of tropical forest. To be able to get closer to this we can place the pot that contains the plant on a saucer (or other container) in which you will have placed some expanded clay or gravel in which you will always keep a little water. In this way the orchid roots will not come into contact with the water which evaporating will ensure a humid environment around it as well as spray the leaves once a day. We keep in mind that the optimal humidity is around 70-80%.

Among orchid growers there are those who suggest growing these plants by placing the pot directly in contact with water.

It is a good idea, for the health of all our plants, to equip the radiators with a humidifier so as not to allow the air in the room to become too dry.

We also remember that a lack of water causes a concentration in the substrate of the nutritional elements that you have gradually administered, becoming extremely harmful for the plant, in particular for pragmipedium.

For orchids Phragmipedium the quality of the water is very important, in fact, being very sensitive to the concentrations of salts, it is preferable to use distilled or demineralized or osmosis water.

(For more information on watering see the article: «Watering and humidity of orchids»).

FERTILIZATION ORCHID PHRAGMIPEDIUM

Like all orchids since they are mostly found on an inert material, the nutritional elements must be provided with fertilization.

The orchid Phragmipedium it must be fertilized every 15 days. At the end of winter - early spring to favor flower induction, administer a fertilizer with the formula 10:30:20, which means: 10 parts of nitrogen, 30 parts of phosphorus (P) and 20 parts of potassium (K ) in the quantity of 1gr / l.

During the other periods it is fine to administer a balanced formula such as 20:20:20 or 18:18:18 (N: P: K) in quantities slightly less than 1gr / l.

Fertilizers must be dissolved in irrigation water, possibly not tap water. Given their high sensitivity to mineral salts it is not recommended to use slow release fertilizers.

Wet the substrate well before proceeding with fertilization to avoid excessive salt concentration.

Between one fertilization and the other, rinse the roots and the mixture well with water.

Too much fertilizer manifests itself on the leaves of Phragmipedium that appear burnt.

(For more information on fertilization you can consult the article: Fertilization of orchids »).

TYPE OF SOIL AND REPOT ORCHID PHRAGMIPEDIUM

The repotting of the Phragmipedium it is usually done after flowering but in any case they are very tolerant of this aspect. Never during flowering, except in cases of force majeure.

In consideration of the fact that they are plants that require a lot of water, the substrate deteriorates quite quickly therefore it is advisable to repot at least every two years.

Before repotting, the orchid Phragmipedium it should be wet well to make the roots more elastic and therefore avoid breakage. The roots must be cleaned of all the material that remains attached to them and the dead ones must be removed with blades or shears that you will have first disinfected well with alcohol or bleach, preferably over a flame.

Proceed with great caution and try to disturb the roots as little as possible and be careful to eliminate only the dead ones. Each cutting surface must be treated with broad spectrum fungicidal powders that you will find from a good nurseryman.

The choice of soil is fundamental for the Phragmipedium because on the one hand it must guarantee constant humidity at the roots but at the same time guarantee good air circulation. A good potting soil can consist of 9 parts of medium-sized pine bark, 3 parts of medium-fine-sized charcoal and 3 parts of medium-sized tree fern or peat and 3 parts of perlite or sponge.

Always make sure that the container you have chosen has an adequate number of drainage holes (otherwise equip yourself with suitable tools to increase them).

After the orchid Phragmipedium it is repotted, leave it dry and away from direct light and temperature changes for a few days to allow the cut parts to heal. Once the root activity has resumed, resume feeding the fertilizer.

As for the type of container, choose the one you prefer (there are the most varied and here your imagination is the master) and if you have chosen a certain size, well, choose it smaller. It is important that the container has been previously disinfected either with alcohol or bleach. It would also be advisable that, if you do not use gloves, your hands are also well cleaned before proceeding

(For more information on repotting you can consult the article: «Type of soil and repotting of orchids»).

FLOWERING ORCHIDS PHRAGMIPEDIUM

The Phragmipedium they are plants that do not need any rest period and bloom all year round even if the period in which the flowering is more abundant is the end of winter, beginning of spring.

In nature, flowering has a very long duration, even six months.

One of their peculiarities is that the flowering becomes more and more important and the larger the flowers the more the plant is adult. In fact it is not recommended to proceed with the division of the plant as this delays the ripening process.

The blooms of Phragmipediumthey have a different trend depending on the species in fact in some the flower buds open all simultaneously as in examplePhragmipedium caudatum, others qualilaPhragmipedium longifoliumthey have a very scalar flowering. Some have very branched blooms.

A curiosity is given by Phragmipedium large (longifolium x caudatum) which has the particularity that if its petals touch a shelf, they stop growing.

PARASITES AND DISEASES ORCHIDS PHRAGMIPEDIUM

The Phragmipedium they are quite susceptible to disease. It is therefore necessary to be particularly careful in the care of this plant.

Please refer to the chapter: "Diseases and treatments of orchids".

CURIOSITY ORCHIDS PHRAGMIPEDIUM

The Phragmipedium until a few years ago they were not very popular with orchid enthusiasts. Starting in 1981, however, with the discovery in Peru of thePhragmipedium besseae, the situation has been completely reversed as this orchid, not very big but with flowers of extraordinary colors, has completely fascinated the lovers of this large family.

Among the latest species discovered we have it Phragmipedium fischerii discovered in 1996 in violet color (photo below).


P. fischerii

Even more recently (2002) it was discovered in Peru Phragmopedium kovachii from the name of its discoverer Kovach who in a questionable way had it registered in his name (photo below).


P. kovachii

LANGUAGE OF FLOWERS AND PLANTS

See: «Orchids - The language of flowers and plants».


This showy Phragmipedium hails from Costa Rica, Panama, Colombia, Ecuador, Peru and Mexico. Its natural habitat is the rocks covered with moss and the banks along the streams or rivers in the montane forests. It is located at an altitude of 600-2000 meters. Phragmipedium longifolium is a sympodial species, composed of rosettes of leaves (5-8 leaves per rosette), and is of considerable size: the leaves can reach up to 80 cm in length. In cultivation they are shorter, but still easily exceed 40 cm. Like all Phragmipedium, it is a very watery species, as it often grows in places where its roots are in direct contact with running water.

Classification

Family: Orchidaceae Subfamily: Cypripedioideae Tribe: Phragmipedieae Subtribe: Phragmipediinae Genus: Phragmipedium Species: Phrag. longifolium

Vegetative cycle

Phragmipedium longifolium has a continuous vegetative cycle, despite the fact that in its natural habitat the presence of the seasons occurs. However, winter is so mild that the orchid, while slowing down its growth, never stops it completely. In cultivation it is possible to lower the winter temperatures a little but you never stop wetting and the intensity of lighting is not lowered.

Placement

It is not an epiphytic species, therefore only its cultivation in pots is indicated. The best substrate is a mixture of small-medium sized pine bark (1-2 cm) with sphagnum and perlite in the ratio 2: 2: 1. You can also add fern fibers, but it is not essential. As a pot I recommend using the transparent one: even if the roots of Phragmipedium longifolium do not need light, it is much easier to check the conditions of the substrate. The repottings are carried out 1 time every 1 - 1.5 years: being always humid, the substrate decomposes faster than usual and accumulates the salts harmful to the roots of the plant. The pH of the substrate must always remain around 6 - 6.5.

In the period when night temperatures are above + 16 ° C, it is advisable to keep this species outdoors: in this way there will be temperature changes between day and night. To place it, choose a cooler and more ventilated place as possible. Direct morning sun is acceptable, but must be shielded from 11am to 4pm.

Temperature

Phragmipedium longifolium prefers intermediate temperatures: from + 16 ° C to + 25 ° C.

Light

In nature it is found both in partial shade and in the sun. The optimal light intensity is average: 18000-24000 lux. Direct sunlight is shielded. The recommended photoperiod is 12-14 hours.

Air humidity

The ideal air humidity is 80%, and must not drop below 70%.

Wetting

As I said before, Phragmipedium longifolium is a very watery species for this reason the substrate must always remain wet. As soon as we see that it starts to dry, it is necessary to wet the plant.

Fertilizer

This species is fertilized using 1/8 of the dose indicated on the bottle of a special liquid fertilizer for orchids. The fertilizations are done every 3 weeks from April to October, and every 4-5 weeks in the winter. Before fertilizing the Phragmipedium longifolium it is necessary to wet it to avoid the harmful contact of the fertilizer with the dried roots.

Flowering

The inflorescences develop from the center of the rosette and can reach up to 90 cm in length. Flowering is "chain", that is, after the withering of one flower, the inflorescence produces another. In this way each inflorescence can generate up to 9 flowers. The preferred period for flowering is autumn, although Phragmipedium longifolium can bloom a little in all seasons.

Where to buy it

Phragmipedium longifolium is not a widespread species and is rarely available from sellers. Currently it is in the catalog of Großräschener Orchids (go to section Useful links).


Oncidium orchid does not bloom

How to make the orchid bloom - Gree ideas

  • Why does the orchid not bloom? The orchid may not bloom due to poor management of the plant during the summer period. An excess of light and sun during the summer can compromise the formation of the floral organs, so the orchid may not bloom in the following season.
  • If the orchid still has a stem from the previous bloom, check that it is still green and it may bloom sooner than you expect. Count the joints on the stem, from top to bottom
  • To stimulate them to bloom, it is advisable to let them perceive changes in temperature (maximum 10 ° C difference and never below 10-15 ° C.), Perhaps leaving them outside at night. Typically, the plant responds by flowering to the perception of this thrill for a couple of weeks
  • The oncidium must be exposed to light, but not to direct sunlight: therefore, especially in summer, shield it with a curtain. The light must be adequately dosed because if it is insufficient, the oncidium does not bloom, if it is excessive, it can burn the leaves. Flowering oncidium. The flowering period varies depending on the species
  • If the orchid does not bloom, the cause is usually a lack of light. One of the best ways to tell if the plant is not exposed to enough light is to evaluate the color of the leaves

The orchid without flowers needs specific care. Withered orchids prefer a humid and warm environment, with temperatures between 15 and 34 ° C. From late spring, when temperatures rise and the plant has lost its flowers, you can move the orchid outside, on the terrace or balcony. the oncidium (classic hybrid with yellow flowers) received in bloom in May, I keep it together with the phals (18 ° C minimum and maximum of 20-21 ° C, humidity occasionally increased with the humidifier, but normally typical of an apartment with the radiators off), wet every 10 days and fertilized with about 0.5 gr / l every time I bathe Oncidium twinkle: care and cultivation. It was the first serious orchid I got, € 16 for a 10cm potty. As usual I immediately put it in a transparent pot to see the roots, at the time I was still stingy with watering, and I did more than one dead of thirst If we were to analyze the causes that induce an orchid of the genus Cymbidium to jump the flowering we could immediately say that the causes of a lack of flowering can be many, from the quantity of light inadequate to the type of cultivation adopted, from the inadequacy of the nutrients provided to the lack of winter rest, from a poor root growth to a lack of root growth caused from fungal diseases and so on

, here I am again with the identification of another orchid !, I refer to this discussion because I believe that stav0lta is an oncidium, but I am not sure and I ask for your opinion Orchidee oncidium: Terrain. The preferred soil for Oncidiums is of the draining type, because perhaps these orchids are among those that least tolerate and survive water stagnation. oncidium Hundreds of species of orchids originating from the Caribbean islands and central America belong to the genus Oncidium visit: oncidium

How to Revive an Orchid that Doesn't Bloom - wikiHo

  1. Oncidium Orchids are particular indoor plants, and for this reason they are able to adapt to the most disparate environments, especially in closed places. In nature there are as many as 400 different Oncidium species, and each of them has particular characteristics that are also opposite to each other
  2. When you buy an Orchid, it will be delivered to us in good health but above all full of flowers. After the flowering period, it may happen and it is not uncommon for your Orchid to struggle or even not be able to flourish again. What are we doing wrong? The survival instinct will make the Orchids blossom again
  3. Brassia - Orchids - Today's techniques only a few dozen remain as they are mostly reclassified in the genus Oncidium. They are orchids widely used in hybridizations so much so that there are hundreds of hybrids: as a consequence of repotting the plant does not bloom for one or two years
  4. wings of the stem emit the magnificent colorful flowers. To encourage the orchid to bloom again, cut the stem above the last knot as soon as the flowers begin to wilt
  5. In the historic center of Varese, the VaresinaOrchidee farm was born out of passion, specializing in the cultivation and sale of tropical botanical and hybrid orchids from all over the world and with a rich assortment of cultivation materials.
  6. Welcome to O rchis M undi - I l Mon d o de l le O rch i dee. You will be able to find particular botanical species, rarities and selected hybrids to start or enrich your Collection. Production and sale are handled directly to provide you with the best possible service. You will also find a wide range of accessories and materials to best cultivate your passion
  7. a breeze of wind, or even tiger orchid for its streaks. If its aerial roots protrude from the earth in which they sprout, do not cut them and do not throw them away

Flowering of Orchids: How to make them bloom and bloom again

In particular, there are Oncidium Twinkle that bloom in pink, in a more or less intense yellow tending to orange, in various shades of cream and salmon as well as in red. The hybrid that we propose here blooms in more or less accentuated shades of cream Discover the plant called Miltonia, or Miltoniopsis orchids also called Orchidea Pansé for its resemblance to the pansy. Read the tips to take care of it and make it grow luxuriantly and above all to make it bloom

Ballerina Orchid - Oncidium - Oncidium - Orchids

  • DevaNatura teaches you a trick to make a Cymbidium Orchid bloom! HERE YOU FIND THE FIRST PART https: //youtu.be/oiV0S4eUxnI Vanda Orchid Care Co.
  • An extremely exceptional orchid: Oncidium Sweet Sugar. The stem that protrudes from the plant carries a cloud of small yellow flowers when it is in bloom. This orchid can bloom several times a year with a large flowering stem covered in masses of flowers. Orchids are famous for the way they pollinate and these are not.
  • Cambria, an easy-going orchid. After Phalaenopsis, Cambria is the best-selling orchid: equally casual, it also blooms all year round. Cambria has long and persistent leaves, and the 6-10 cm long flowers, grouped in inflorescence, are supported by a long and flexible stem, the flowering stem. The set can reach 60 cm in height
  • i collection of orchids, the famous oncidium as orchid ballerina for the curious shape of the flowers. Not I have ever grown this species of orchid and by doing research I found that not it is simple to take care of, so I do not recommend it for less experienced green thumbs
  • There are some factors to which you must pay particular attention to take care of your beautiful plant with all due attention. Temperature, soil fertility, light ,.
  • Flowering orchids. Orchid flower delivery. Mix Order 2 Orchideas Phalaenopsis. € 24.90 VAT included. Qty Orchid Oncidium munsterland stern. € 9.99 VAT included. Unavailable. Details. Paphiopedilum American hybrid orchid. € 22.00 VAT included. Unavailable
  • 21-Dec-2020 - Explore the Orchids board. by Bonny on Pinterest. View more orchid ideas, orchid flowers, plants

How to Promote Orchid Flowering: 12 Steps

  • In the large family of Orchids (there are more than 30 thousand species) and Oncidiums occupy a place in the subgroup of orchids that are a little more difficult to grow. There is no need to be scared, because with the right care it is possible to obtain an incredible flowering and keep the plant always healthy and strong
  • This is because it is an orchid that does not like to be handled so much that often, as a consequence of repotting, the plant does not bloom for one or two years. The optimal period is when you see new roots begin to develop which coincides with the spring period
  • Aug 8, 2018 - Why don't orchids bloom? Orchids are among the plants that give generous and spectacular blooms. However, it sometimes happens that our orchids.

Orchid without flowers, what to do - Gree ideas

Orchids at home, care and advice for growing orchids in pots. From repotting to irrigation, from fertilization to exposure. The easiest varieties to grow at home and the care to give to the plant if the orchid does not bloom. Before you try your hand at buying an orchid plant it is good to know if you have one. Taking care of orchids and especially making them bloom again is often considered a difficult task: in reality it is enough to follow a few simple rules and above all to find the most suitable place for their cultivation. Orchids are tropical plants much loved for their beauty and adaptability to grow in house interiors. The flowers that in some species resemble the wings of one. Make sure your orchid has enough light, but not too much. Many prefer that of the indirect sun or they would risk burning, while little light would not make the plant bloom. To determine the light dosage, check the leaves. They should be a nice bright green if the plant is healthy Orchids: Find out our experts' answers Read below all the questions on the subject and the answers given by our Gardening Experts. Look at the titles listed below and click on the title that is closest to the topic of your interest. Once you have clicked on the title you will be able to read, in full, both the enthusiast's question and our Expert's answer. Browse the wish list. The Oncidium Twinkle Orchid plant, native to the tropical areas of Central and South America, produces beautiful cream-colored flowers. Sepals and petals are slightly wavy, the flower has a diameter of about 2 cm. The scent is very particular of vanilla and chocolate

I find that Oncidiums are among the most fascinating orchids but I have always been afraid of not having a place with sufficient light and day / night and summer / winter temperature difference in the house for these plants with spectacular blooms, so I never dared to buy some except this poor orchid was lying dying in the corner of IKEA bargains and I wanted. .: create beautiful bouquets. Dendrobium orchids are often seen by florists in bouquets as they offer long lasting blooms (they look good for a month or longer) in a wonderful range of colors from white to purple, pink and even green Oct 5, 2017 - How do orchids get wet? When do orchids get wet and especially how much do orchids get wet? How often are these questions asked especially by those who .. Oncidium orchids grow from pseudobulbs, which are located above the ground, and have long and thin leaves. They bloom in yellow, red and gold, and always require the proper foundation, light, water, and nutrition to achieve blooming.Things you will need Why does the orchid not bloom and what should it do? To stimulate the flowering of the plant, it is desirable to begin to identify the reasons that prevent the release of bright buds. Perhaps, by knowing them, you will already know what to do if your orchid stops blooming

Oncidium and Cymbidium that do not bloom

flowering orchids The flowering of orchids occurs mainly in the winter months, although some species can also bloom during the visit: orchid flowering when the orchid blooms Among these some argue that they should never be pruned due to their spontaneous renewal after the withering of the visit : when it blooms l. Oncidium Sweet Sugar is a beautiful hybrid that is very suitable for a home grow. It is a cross between Oncidium Aloha Iwanaga and Oncidium varicosum. It is very robust, has abundant and regular blooms, and does not present any difficulty as regards the conditions necessary for its normal development. Placement It is possible l A delightful cross of Oncidium, beautiful and fragrant, commonly known as the chocolate orchid. The genus Oncidium is known as the ballerina orchid. It is made up of several hundred species that live in the tropical and subtropical areas of the Americas. The habitats of the genus Oncidium vary considerably, ranging from hot and humid plains, to arid areas and even to. Online sale of common and rare orchids: wide choice at a great price. Professional packaging: buy online and receive at home Orchids are planted in pots or baskets of any material. Most members of the group grow best in small containers with good drainage. Small plants develop well on pieces of bark and branches with almost no substrate, if they are often moistened (in summer, during the growing period, 2-3 times a day)

Oncidium cheirophorum: coming from Central America, this cold greenhouse species has pseudobulbs no larger than 3 cm. from which lanceolate leaves and flower stems originate bearing yellow flowers, gathered in panicles. It blooms from October to December. The right place and temperature for the oncidium orchid To see the dancing dolls, eg. Oncidium fioritura, è necessario garantire una corretta illuminazione Tutto perchè stamattina, facendo il solito giretto tra le orchidee, ho visto che tutti gli Oncidium stanno per fiorire.. e mi sono detta: questo deve proprio essere il loro momento! Ne abbiamo tre diverse tipi: O. Pusillum, O. Goldiana e O.Twinkle 'Fragrance Fantasy' Come coltivare orchidee come Oncidium, Brassia e Miltonia. Piante tropicali e orchidee by Nicolasgarden on August 27, Il mio bellissimo Oncidium che si accinge a fiorire. Mi è stato affidato in condizioni pietose un anno fa, le radici erano marce e il resto della pianta stava facendo la stessa fine Chi ama i fiori e la loro coltivazione è sicuramente interessato all'orchidea cymbidium. Si tratta di una pianta che vive tranquillamente nei vasi ed in genere si tiene in casa. Fa parte dei sempreverdi e, se curata a dovere, ripete la fioritura, anche dopo anni dall'acquisto. Ecco 10 consigli per coltivare l'orchidea cymbidium in casa ed abbellire la nostra dimora

Oncidium twinkle jasmin: la prima orchidea Orchigossi

  1. La Cambria, questa splendida orchidea sempreverde è molto diffusa nella nostre case grazie alla sua facilità di coltivazione e alla bellezza delle sue fioriture. In realtà però le orchidee Cambria sono un genere che non esiste in quanto è un ibrido intergenerico, vale a dire nato dall'incrocio tra diversi generi a scopo commerciale
  2. i collezione di orchidee, l'oncidium famosa come orchidea ballerina per la curiosa forma dei fiori. Non ho mai coltivato questa specie di orchidee e facendo ricerche ho scoperto che non è semplice da curare, quindi la sconsiglio ai pollici verdi meno esperti
  3. COME FAR RIFIORIRE LE ORCHIDEE: IL SEGRETO E' NEL MIX TRA LUCE E TEMPERATURA. Quando acquistiamo un' Orchidea in un centro giardinaggio è ricca di fiori, che perdurano sulla pianta anche per molti mesi. Ma quando i fiori cadono rimangono solo gli steli e le foglie e molti hanno difficoltà a farla rifiorire
  4. Cerca solo nei titoli Cerca solo in Orchidee: Coltivazione. Cerca. Ricerca avanzat
  5. Orchidea Vanda: Scopri le risposte dei nostri esperti Leggi qui sotto tutte le domande sull'argomento e le risposte date dai nostri Esperti di Giardinaggio. Guarda i titoli qui sotto elencati e clicca sul titolo che più si avvicina all'argomento di tuo interesse. Una volta cliccato sul titolo potrai leggere, per intero, sia la domanda dell'appassionato che la risposta del nostro Esperto
  6. are uno qualsiasi di oncidium, ma si può affermare che le tonalità di giallo e rosso-marrone predo

Orchidofilia: Perchè i Cymbidium non fioriscono

  1. Tuttavia, la maggior parte delle orchidee non fiorisce così a lungo, il periodo medio di fioritura è tra 14 giorni (Miltonia e Cattleya) e un mese (Cymbidium, Paphiopedilum, Oncidium). La fioritura della vaniglia e quella del genere Stanhopea dura solo un giorno o due prima di appassire molto rapidamente
  2. Orchidable, unica ditta specializzata in orchidee del Canton Ticino, la serra a Camorino e Online Shop dedicato. Passione e professionalità per le orchidee
  3. Coltivare le orchidee: i suggerimenti di Pozzi. Le Phalaenopsis sono le orchidee più conosciute e più facili da coltivare. Abbiamo incontrato Giancarlo Pozzi, un'autorità in materia di orchidee nonché titolare del vivaio l' Orchideria di Morosolo. Ecco i suoi consigli sulla coltivazione delle orchidee
  4. 21-dic-2020 - Esplora la bacheca Orchidee. di Bonny su Pinterest. Visualizza altre idee su orchidea, fiori orchidea, piante
  5. La maggior parte delle orchidee fiorisce però tra le due (la Miltonia, la Cattleya) e le quattro settimane (Cymbidium, Paphiopedilum, Oncidium). La vaniglia e le orchidee del ramo delle Stanhopee invece fioriscono solo per un giorno o due. I motivi per cui le orchidee non si decidono a fiorire possono essere molteplici
  6. Interno fiorite ORCHIDEA (ONCIDIUM) Si tratta di un genere molto vasto di orchidee ,in natura esistono piu' di 300 specie diverse di Oncidium , ma a noi interssano solamente quelle capaci di adattarsi alla coltivazione in serra
  7. 27-feb-2021 - Esplora la bacheca ORCHIDEE di Flora Piscopo, seguita da 323 persone su Pinterest. Visualizza altre idee su orchidea, fiori, fiori orchidea

ARCHIVIO: orchidee e piante d'appartamento. Accedi . oncidium strombo. Messaggi OFF LINE. non mi fiorisce. Ditemi qual'è l'ultima spiaggia non me ne voglio separare perchè l'ho preso quando è nato mio figlio e se fiorirsse mi ricorderebbe quel periodo, sono disperata Oncidium orchidee: coltivazione, cura e come farle fiorire . Oncidium Sharry Baby 'Red Fantasy' is a wonderful famous orchid for it's wonderful fragrance. Intense sweet chocolate fragrance with more showy deep red and white flowers in large sprays. It is an easy orchid to grow and will quickly become a large plant Oncidium - Orchidee. Oncidium Misaki Twinkle Obry é un incocio tra Oncidium Twinkle x Oncidium obryzatum. La seconda pianta si chiama Colmanara Tropic Jungle. Se tuo venditore diceva che é un oncidium non aveva neanche tanto torto. Purtoppo in commercio le piante vengono chiamate Cambria. Non mi voglio ripetere. Qui la discussione su Vuylstekeara Cambria 'Plush'

. Aiuto per una delle più comuni problematiche con le orchidee a cui cadono i boccioli dei fiori. L'orchidea oncidium, giallo e rosso mattone tigrata acquistata presso il vivaio di Roma Vip Garden è bellissima Giulio Celandroni Orchidee 23/02/2021 @ 13:10 Salvate la data: 5 marzo 2021, ore 21 AIO Associazione Italiana di Orchidologia organizzerà il suo primo webinair introducendovi al mondo dei giudizi

Orchidee come Miltonia, Cambria, Oncidium e altre sono un po' più sensibili alle condizioni ambientali. Dopo l'acquisto n Non lasciate le vostre orchidee esposte al freddo o al caldo in auto, per lungo tempo riparatele dalle correnti d'aria fredda durante il trasporto a destinazione. Come scegliere le orchide Oncidium - Le orchidee di Oncidium ricominceranno se le temperature durante il giorno sono 80-90 F. (27-32 C.) e le temperature notturne sono 55-60 F. (13-16 C.). Paphiopedilum - Per fiorire, le orchidee di paphiopedilum hanno tipicamente bisogno di temperature di 70-80 F. (21-27 C.) durante il giorno e di 50-60 F. (10-16 C.) di notte Foto circa Il goldiana di oncidium, orchidee dorate della doccia fiorisce nel giardino su fondo verde. Immagine di tropicale, fiore, background - 8014969 field_5c3a3b61988ef. Callout piè di pagina: contenuto. COVID-19 l'impegno di Floral - Consegna Gratuita su Palermo con spesa minima 69€ Shop Online Scopri di pi La causa di sicuro è ristagno d'acqua che ha portato un brutto attacco di funghi (Pythium oppure Phytophthora) per via del composto nel vaso, non c'era corteccia solo poltiglia. Una volta pulito e asciutto si presentava così: Oncidium Ibrido, appena preso dall'angolo delle occasioni Oncidium Ibrido, le poche radici sane rimast

Come rinvasare l'orchidea Inserite la pianta nel vasetto prima di mettere la corteccia. Fate in modo che le radici appoggino sul fondo. Ricordate che in natura le phalaenopsis non stanno dritte come quando ce le vende il fioraio Luce per far fiorire le orchidee Per la maggior parte delle orchidee da appartamento, la mancanza di luce è il motivo numero uno per cui l'orchidea non ha vinto il fiore. Le orchidee sono ingannevoli quando si tratta di luce perché le foglie della pianta possono sembrare sane e verdi mentre, in effetti, la pianta di orchidea sta ricevendo troppa poca luce per prosperare davvero Le orchidee che vengono vendute sono adulte, vaccinate e fiorifere. Quelle da seme si, impiegano di 3 ai 20 anni per fiorire, ma solo pochi pazzi si mettono a coltivarle da seme. Se non fioriscono vuol dire che c'è qualcosa che non torna nella coltivazione. Il problema è che i 4 o 5 tipi di orchidee più diffuse in vendita hann

E' un oncidium? Forum di Giardinaggio

Le foglie delle orchidee sono anche la parte più facilmente colpita da parassiti, funghi e da malattie batteriche e virali, ma sono anche la parte più vulnerabile ai rischi di una cattiva esposizione, di un eccesso di luce, umidità e di qualsiasi altro metodo di coltivazione non proprio consono alle esigenze delle orchidee Orchidee cura: Aria e ventilazione. La temperatura, ventilazione e aria, sono tra gli elementi indispensabili per la cura delle orchidee. La pianta ha bisogno di vivere in temperature comprese tra i 18 e i 30 °C anche se può resistere a temperature di massimo 37 °C circa e di minimo 16 °C Generalita' Le Colmanara, la cui abbreviazione è Colm. Sono ibridi intergenerici tra Miltonia, Odontoglossum e Oncidium (Milt. x Odm. x Onc.). Le Colmanara, se ben coltivate, fioriscono due e anche tre volte all'anno producendo rami fioriferi che possono portare fino a 40 fiori

E' endemica del Brasile, in natura è litofita, cresce sulle rocce direttamente o nelle crepe ad un'altitudine di 980-1400 metri. E' una miniatura, composta da pseudobulbi di 3-10 cm in altezza che ciascuna portano una foglia sempre di 3-10 cm in lunghezza. Gli pseudobulbi più vecchi di 2 anni perdono spesso le foglie, ma rimangono. Un'orchidea va concimata durante la stagione vegetativa. Tutte le orchidee vanno concimate, durante la stagione vegetativa, una volta ogni quindici giorni, con un concime del tipo 20.20.20 (cioè con azoto, fosforo e potassio in parti uguali), sciogliendone un grammo per ogni litro d'acqua. In ogni caso, appena spuntano gli steli fiorali iniziate invece a somministare un fertilizzante. Compra - Vendita online di orchidee botaniche e ibridi economici. Compra le tue rare orchidee. Serra specializzata nella produzione di fiori di Vanda, Cattleya, Dendrobium, Phalaenopsis. Consegna di orchidea nera, vaniglia, testa di scimmia, Cymbidium, in tutta Europ Dopo un paio di settimane, mi porta la pianta, ma non era fiorita, allora trovo un punto con molta luce, riparata, ec ec, ma soprattutto lontana dagli artigli dei 2 birbanti pelosi che abbiamo in casa. Un delizioso incrocio di Oncidium, bello e fragrante, comunemente noto come orchidea cioccolata

In confronto ad altri orchidee , Oncidium scintillio richiede una semplice cura a fiorire in primavera e in autunno . Come epifite , la pianta cresce attaccato agli alberi e rocce , senza terreno , allo stato selvatico . In una pentola , richiede un mezzo arioso . 1/2-inch rosso della pianta ,. Oncidium Katarina Zoch fiorisce in modo copioso per un lungo periodo di tempo ed è molto facile da curare. Considera l'idea di ordinarne numerose per realizzare un effetto grazioso in casa. Riceverai una pianta con almeno 3 germogli. Ordina oggi questa orchidea semplicemente favolosa Macchie nere sulle foglie di mio Oncidium Orchid. Con i loro fiori dai colori vivaci , le orchidee Oncidium sono aggiunte allegri di una casa o giardino - fintanto che le loro foglie non sono coperti in macchie nere . Oncidiums sono più difficili da coltivare rispetto ad altri tipi di orchidee , secondo l'Università del Tennessee Extension Informazioni negozio. Az. Agricola Nardotto e Capello di Nardotto Claudio, Corso Repubblica, 266 18033 Camporosso IMPERIA ITALY Contattaci subito: +39 338 622 4063 Email: [email protected] [email protected] Oncidium Sweet Sugar Ascendenti: Oncidium Aloha Iwanaga Oncidium varicosum. Descrizione: Oncidium Sweet Sugar è l'ibrido di Oncidium più adatto alla coltivazione in casa e per questo motivo è più diffuso in assoluto. E una pianta di facile coltivazione, rapida crescita e fioritura abbondante

Orchidee oncidium - orchidee - giardinaggi

Foto circa Endemic di natura dell'orchidea dall'Honduras. L'America Centrale. Immagine di botanico, decorativo, cortile - 100923 L'orchidea e dunque l'Oncidium è simbolo di amore, bellezza, ricchezza e lusso. Fiorisce in un'ampia varietà di colori - dal giallo al rosso, dal giallo e marrone - rossiccio fino al marrone e bianco - e spesso presenta striature che ricordano il manto di una tigre L'Oncidium ornithorhynchum predilige una posizione luminosa o semi-ombreggiata, avendo cura di non farla irradiare dai raggi diretti del sole: il che è facilmente realizzabile usando un qualsivoglia tipo di tenda (anche la più sottile), che faccia passare la luce proteggendo allo stesso tempo foglie e fiori da eventuali bruciature 10 giorni fa circa mi e'stata regalata invece un' orchidea oncidium di quelle gialle a orecchie d'asino. Non c'erano le istruzioni. Devo comportarmi in un modo particolare? Ora e' tutta fiorita. Avete idea di quanto rimarra' fiorita e di cosa dovro' fare quando sfiorira' (dove tagliare lo stelo)

Oncidium GENERALITÀ Il genere Oncidium comprende da 400 a 600 specie di orchidee e l'alleanza Oncidium ne conta ancora molte di più. I generi Miltonia, Brassia, Odontoglossum, Odontonia, Odontocidium, Colmanara, Burrageara, Vulstekeara, Brassia, Mildodium, Wilsonara e Miltassia, sono tutti facenti parte dell'alleanza Oncidium Appunti di idrocoltura. Ne so' ben poco di idrocoltura, soprattutto per le orchidee. Sento in giro voci, chi fa in un modo, chi fa in un altro, chi ha avuto successo e chi no. Tutto sommato non mi pare ci siano grandi linee guida. Ed i consigli che ho ricevuto sono contrastanti. Quindi ho iniziato qualche piccolo esperimento di cui vi riferisco Oncidium Twinkle 'Jasmin COD: 1713 Categorie: Ibride, Oncidium Tag: Fiorito - In stelo, Ultimi arrivi. Informazioni aggiuntive Informazioni aggiuntive. Riposo: Si. Supporto: vaso 12. Substrato: Bark. Tempo Alla Fioritura: Forza fiore, Pianta Adulta. Pacchetti riscaldanti. Le tue orchidee viaggiano al caldo con noi grazie ai pacchetti.

Orchidea Oncidium - orchidee - Caratteristiche delle

  • Le migliori offerte per Oncidium Red Magic di Terracotta a fioritura piena Pianta Orchidea Tolumnia sono su eBay Confronta prezzi e caratteristiche di prodotti nuovi e usati Molti articoli con consegna gratis
  • Ho due orchidee. una è una Vanda e fiorisce che è una bellezza. L'altra è una oncidium varicosum.. ecco, lei ha perso tutti i fiori e lo stelo si sta ingiallendo e seccando. Ho sbagliato qualcosa a curarla come l'altra? Ma soprattutto: lo stelo adesso va tagliato? E' tutto normale o mi sta morendo
  • L'anno scorso, giusto il 15 ottobre giorno del mio compleanno, mi hanno regalato una bellissima orchidea, credo un oncidium, a giudicare dalle foto (ovviamente le targhette portano altri nomi). Ha fiorito e rifiorito per almeno due mesi. Ora la pianta sta mettendo le foglie nuove, ma dei fiori nemmeno l'ombra
  • Orchidee: le specie più belle. L'orchidea è una pianta da fiore amatissima. Anche chi non può proprio considerarsi un pollice verde non rinuncia ad avere in casa un esemplare di questa.
  • Descrizione. Della famiglia dei Paphiopedilum, splendide orchidee asiatiche con fioriture che durano fino a 3 mesi.Il Paphiopedilum Pinocchio è un'orchidea così bella che immediatamente fa scattare nella testa l'idea che sia difficile da coltivare
  • Le orchidee da vaso fiorito Orticoltura e floricoltura in STA 20 marzo 2018 Dott.ssa B. De Lucia. Orchidee Le orchidee sono una vasta famiglia (Orchidaceae) che comprende circa Oncidium. Paphiopedilum. Orchidee epifite dotate di radici aeree con capacità di svolgere la fotosintes

Consigli per far rifiorire le Orchidee

Floricoltura Corazza di Adriano Corazza Telefono: 0365 654050 Questo sito non utilizza Cookies (229/2014) Via Rosario, 24 - 25080 Polpenazze del Garda (BS) - Italia - P.iva 01510160987 - mail: [email protected] [email protected Taccuino delle orchidee di silviaB Il mio piccolo mondo: diario di coltivazione con appunti sulla cura delle orchidee presi dalla rete. Pagine. Home page martedì 26 gennaio 2021. Oncidium Twinkle Fine Gennaio 2021 - Fiorita con una dozzina di steli, qualcun o non ancora aperto Le orchidee che preferiscono l'alta luminosità - luce solare libera, che fluisce attraverso una finestra trasparente esposta a sud o in una serra per 6-8 ore sono vanda e angraecum. Le orchidee di luce medio-alta, come phragmipedium, oncidium e dendrobium, crescono in luoghi luminosi ma non direttamente soleggiati Descrizione. La Burrageara Herta è una bellissima orchidea ibrida ottenuta da Cochlioda x Miltonia x Odontoglossum x Oncidium.Il fatto che non richiede un ambiente particolarmente luminoso la rende facile da coltivare in tutta Italia, da Nord a Sud. In casa l'ideale è posizionarla a circa 1 metro da una finestra schermata con una tenda leggera, oppure tenerla su un davanzale di una. Orchidea Phalenopsis, come prendersi cura! Lo specialista ti dice cosa fare per far sbocciare la tua orchidea phalenopsis tutto l'anno! Hai ricevuto in regalo o acquistato un'orchidea? Anche se i fiori sono ormai caduti non gettarla! Se ti prenderai cura della tua orchidea phalenopsis, questa fiorirà tutto l'anno, anche dopo che i primi fiori sono [

Brassia - Orchidee - Tecniche di coltivazione e principali

Questa sposa fiorita è la dimostrazione che le orchidee sono sempre più presenti negli allestimenti floreali dei matrimoni. Queste splendide piante, fino a pochi anni fa considerate difficili e delicatissime, sono ormai una componente quasi irrinunciabile nei bouquet e nella decorazione delle sale e dei tavoli per il ricevimento, riconosciute portatrici di stile, distinzione ed eleganza 45,00€. Orchidea Phalaenopsis blu con vaso regalo lastminute quantità. Aggiungi al carrello. Per i CAP in cui questo servizio non è attivo, o per chi non volesse usufruirne, rimane la spedizione Priority con consegna in 24h. (48H per le isole e la Calabria). Entrambe le soluzioni godono della SPEDIZIONE GRATUITA Post su Oncidium scritto da Francesco Diliddo. Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail Benvenuti in Fiorissima - Per acquistare Registrati qui Non cé minimo dordine. compra pure tutto quello che ti piace. Se sei Azienda Registrati ! E ti.

Come far rifiorire l'orchidea? - One giardinaggi

Piante per la progettazione del fiorito da interno e per l'arredo di spazi chiusi, come: uffici, hotel, centri congressi e centri commerciali, appartamenti e case, bar e ristoranti. Una selezione sempre aggiornata delle migliori varietà di fiori, direttamente dai più grandi mercati europei, che comprende: Orchidea, Bromelia Trova l'immagine oncidium perfetta. Enorme raccolta, scelta incredibile, oltre 100 milioni di immagini RF e RM di alta qualità e convenienti. Nessun obbligo di registrazione, acquista subito Si ritiene che ci siano più di 20.000 specie di orchidee, il doppio del numero delle specie di uccelli esistenti e quattro volte il numero delle specie di mammiferi esistenti. C'è quasi letteralmente un'orchidea per ogni tipo di persona. Forse i generi più comuni di orchidee trovati in vendita includono Phalaenopsis, Dendrobium e Oncidium

Video: Oncidium e affini - Varesina Orchide

  • Cucine stile country Ikea.
  • DPI OSS quali sono.
  • Murdoc.
  • Yashica fx3 Super 2000.
  • Corso istruttore cinofilo.
  • Zuppa di pesce con pochi ingredienti.
  • Massa definizione chimica.
  • Civitella Alfedena lupi.
  • Acceleratore di particelle sinonimo.
  • Vendo lana grezza.
  • Open water full movie.
  • Migliori azioni 2021.
  • Uccisione di massa CodyCross.
  • Listelli di legno per modellismo.
  • Ferrero Rocher prezzo ingrosso.
  • Frasi sullo stare bene tumblr.

  • Sono oltre 70 specie oggi conosciute appartenenti al genere Paphiopedillum e provengono dall’India del sud, Nuova Guinea e le Filippine. Le specie si possono suddividere in gruppi basati sui loro requisiti colturali:

    Gruppo 1

    Questo gruppo è caratterizzato da piante con foglie verdi a fiore singolo. Tra le specie e gli ibridi che appartengono a questo gruppocitiamo Paphiopedilum insigne, Paphiopedilum spicerianum, Paphiopedilum leeanum. Si tratta di piante che si possono coltivare con temperature relativamente fresche e quindi perfette per i neo coltivatori che hanno limitate disponibilità di mezzi e di spazi.

    Gruppo 2

    A questo gruppo appartengono Paphiopedilum con foglie chiazzate e solitamente a fiore singolo. Tra le specie e gli ibridi che appartengono a questo gruppo ci sono Paphiopedilum concolor, Paphiopedilum bellatulum e Paphiopedilum Maudiae. Queste specie hanno bisogno di temperature più elevate.
    In questo gruppo rientra anche il Paphiopedilum venustum che in natura vive a quote elevate, e che pertanto costituisce un’eccezione avendo le medesime esigenze culturali del primo gruppo.

    Gruppo 3

    Nel terzo gruppo fanno parte le Paphiopedilum di grandi dimensioni caratterizzate da foglie verdi e fiori multipli a fioritura simultanea o in successione. Tra le specie e gli ibridi che appartengono a questo gruppo, ci sono Paphiopedilum stonei, Paphiopedilum rothschildianum. Queste specie richiedono temperature ancora più elevate.

    Vediamo ora da vicino alcune specie del genere Paphiopedilum

    Paphiopedilum appletonianum

    Questa specie è adatta ad essere coltivata in una serra fredda o tiepida. E’ caratterizzata da foglie di colore verde-azzurro, maculate e da fusti, alti 30 centimetri che portano fiori isolati con tepalo dorsale verde, tepali laterali malva e labello bruno. La fioritura avviene nel periodo che va da gennaio a giugno.

    Paphiopedilum barbatum

    Il Paphiopedilum barbatum è adatto alla serra tiepida. Si tratta di una specie caratterizzata da foglie verde-chiaro con macchie di tonalità più scura. Presenta fusti alti 30 centimetri che portano fiori isolati con un grande tepalo dorsale bianco o verde chiaro, striato di porpora, i tepali laterali rosso-cremisi e il labello bruno-porpora. La fioritura avviene nel periodo che va da gennaio a giugno.

    Paphiopedilum fairieanum

    Si tratta di un’ orchidea adatta alla coltivazione in serra fredda, caratterizzata da foglie verdi e fusti alti 20 centimetri che portano fiori isolati con tepali bianchi e labello verde-bruno macchiato di rosso-cremisi, entrambi a margini ondulati e increspati. Il Paphiopedilum fairieanum fiorisce da agosto a ottobre.

    Paphiopedilum insigne

    Questa orchidea è alta 25-30 centimetri. Si tratta della specie più adatta alla coltivazione in appartamento. I suoi fiori sono cerosi, hanno una larghezza che arriva fino a 15 centimetri ed un tepalo dorsale verde chiaro, macchiato di bruno porpora e con il labello verde-giallo con sfumature marroni. La fioritura avviene nel periodo che va da settembre a febbraio.

    Paphiopedilum x maudiae


    Paphiopedilum maudiae Arne and Bent Larsen, Haarby, Denmark CC BY-SA 2.5 DK

    Si tratta di un ibrido ottenuto dall’incrocio tra Paphiopedilum callosum e Paphiopedilum lawrenceanum. Ha fusti lunghi 20-30 centimetri che portano fiori dai tepali bianchi striati di verde e dal labello verde chiaro con sfumature marroni. Fiorisce nel periodo che va da gennaio a giugno.


    Intervista a OSVALDO ROZZO

    Come si è verificato il tuo primo incontro con le orchidee? Come ti sei appassionato?

    Non ho un ricordo ben preciso legato alla nascita della mia passione per le orchidee o comunque non ricordo l’esatto momento in cui ho iniziato a essere legato a questa grande famiglia. La passione per le piante ha sempre fatto parte di me ne ho avuto conferma di recente, esattamente lo scorso anno, quando mio nipote ha iniziato a frequentare la scuola d’infanzia, la stessa che frequentai io. L’attuale direttrice, che è una delle mie ex maestre, dopo aver notato che mio nipote ha il mio stesso cognome, che è poco comune nella nostra zona, si è resa conto della parentela e nonostante gli oltre 25 anni trascorsi, si è distintamente ricordata di me e della mia passione per i fiori. Inoltre, un elemento sicuramente determinante, è stato l’esempio, involontario, ricevuto da un caro amico di famiglia abile orticultore che possiede e coltiva con maestria un immenso giardino ricco di piante rare e tropicali. Infine, non ultima per importanza, mia madre è sempre stata una donna dall’animo gentile e amante delle piante.

    Da quanti anni?

    Ho iniziato a coltivare in maniera coscienziosa non oltre 6 anni fa. Mi hanno sempre affascinato gli interessi “multidisciplinari”: per anni sono stato un acquariofilo marino e, proprio come nell’acquariofilia marina ci sono mille variabili con cui confrontarsi per mantenere in equilibrio un sistema che mima un ben più complesso ecosistema, anche nella coltivazione delle orchidee gli stimoli sono molteplici e di diversa natura.
    Quante piante hai?

    Sinceramente non ho un’idea precisa, ma sono certo che siano in molti a superarmi in numero di esemplari. Ho sempre preferito la qualità alla quantità e, per quanto possibile per le mie capacità, preferisco conoscere bene un argomento, magari ristretto, rispetto al sapere un po’ di “tutto”. Cosa che peraltro credo inverosimile per una famiglia composta da 28.000 specie circa. Alcuni colleghi coltivatori, in passato, mi hanno detto che possiedo “doppioni”, come se le orchidee, tra le piante più interessanti al mondo sotto diversi aspetti, fossero misere figurine.

    Quali piante costituiscono il cuore della tua collezione? Attualmente quali preferisci? (genere, miniature, profumate, provenienza ecc.)

    Possiedo quasi tutte le specie di Paphiopedilum appartenenti alla sezione Polyantha, i multifloreali per intenderci, e tra questi diverse linee clonali di Paph. rothschildianum e tutte le varietà di Paph. kolopakingii. Ho diversi Phragmipedium, quasi tutti a pensarci bene, tra cui alcune piante di interesse storico, come per esempio una divisione del primo e unico esemplare di Phrag.
    besseae forma flavum ritrovato in natura alla fine degli anni Novanta.

    Preferisco principalmente i Paphiopedilum multifloreali e i Phragmipedium. Sono visceralmente innamorato dei Paph. kolopakingii per via del loro habitus, le foglie molto larghe e l’eccezionale vigore. Generalmente preferisco le piante di grandi dimensioni. Sono anche molto legato ai Paph. rothschildianum che ormai fioriscono con cadenza annuale. Lo scorso anno mi è stato dedicato un ibrido complesso di Phragmipedium a cui sono affezionato e sono inoltre grato all’ibridatore tedesco che lo ha creato tutt’oggi non sono fioriti altri esemplari oltre a quello in mio possesso. Oltre alle Cypripedioideae, ultimamente apprezzo particolarmente le Phalaenopsis gigantea: è difficile riuscire a collezionare le forme geografiche esistenti, ma con il tempo riuscirò a recuperarle.
    Come coltivi? (casa, serra, orchidario)

    Dato che vivo in Centro Italia, durante i mesi più freddi coltivo la maggior parte delle orchidee all’interno, in una sala in cui c’è una porta-finestra molto grande esposta a sud-est. In estate sposto alcune piante in una terrazza sul retro. Per proteggere le piante dai raggi diretti del sole ho fissato dei teli ombreggianti e installato un impianto di nebulizzazione collegato a un serbatoio per rendere il tutto autonomo grazie ad alcune prese programmabili che attraverso internet posso gestire in remoto. Ho anche alcuni esemplari all’esterno tutto l’anno in Puglia. In passato ho anche coltivato in grow box.

    Usi l’illuminazione artificiale?Se sì, di chetipo? Ne sei soddisfatto?

    Ho usato tutti i sistemi d’illuminazione artificiale esistenti per prolungare il fotoperiodo, escludendo le lampade al plasma per un fattore puramente economico. Per quanto riguarda i LED ho ottenuto i risultati migliori con una lampada professionale, fin troppo potente per le orchidee che coltivo, ma anche i tubi a LED “simil-t8” danno risultati sufficienti. Le barre a LED sono decisamente più performanti dei tubi a led, perché di solito hanno una dissipazione del calore più efficiente e LED di qualità maggiore.

    Nell’illuminazione artificiale è necessario riuscire a misurare il cono di luce emesso dalla fonte luminosa e considerare i lux (che sono lumen per metro quadro) più che i soli lumen normalmente indicati sulle lampade. Niente di impossibile acquistando un luxmetro per pochi euro. Sono comunque convinto che il miglior rapporto costo/prestazioni sia dato tuttora dalle lampade agli ioduri metallici (MH), accoppiate a un accenditore elettronico e un riflettore ad “ala”. Solitamente gli appassionati trovano soluzioni a volte geniali per risolvere i vari problemi di coltivazione casalinga. Hai qualche idea da segnalare? Da non molto coltivo dei Phragmipedium vittatum, una tra le prime specie del genere a essere scoperta ed endemica del Brasile. The Phrag. vittatum è famoso per avere una vita breve in coltivazione, perché è estremamente sensibile ai fertilizzanti chimici: i risultati più soddisfacenti sono stati ottenuti utilizzando i fertilizzanti di natura organica in dosi modeste. Conscio di queste caratteristiche, innaffio i miei Phrag. vittatum con l’acqua di scarto della vasca in cui allevo un Chelus fimbriatus, una tartaruga diffusa in quasi tutto il Sud America, dove vive in acque dolci e ricche di tannini. L’acqua di scarto ha un valore di conducibilità elettrica di poco superiore ai 100 μS, ricca di nitrati, fosfati e tannini. THE Phrag. vittatum sembrano gradire.

    Quali errori?

    Essendo, principalmente, coltivatore di Cypripedioideae le esperienze negative sono spesso associate al Pythium e all’Erwinia, rispettivamente il fungo e il batterio nemici per eccellenza di questa sottofamiglia. Ricordo che al ritorno da una vacanza ritrovai una vegetazione di Phrag. kovachii totalmente marcia e maleodorante, non esattamente il migliore dei rientri

    E i tuoi sogni nel cassetto?

    Alcuni li sto realizzando: mi piace l’idea di regalare un “pizzico” di eternità alle persone a me care, dedicando loro un nuovo ibrido. Basti pensare che, per esempio, il Phragmipedium Sedenii si chiama così in onore di John Seden, ibridatore presso la nursery di Veitch, in Inghilterra, nel 1873. Uno degli ibridi che ho nel cassetto è attualmente in laboratorio e, se sarò fortunato, potrò dedicarlo a mia madre. Ne ho realizzati altri due con lo stesso intento.

    La coltivazione e quindi la passione per le orchidee ha influito sul rapporto con te stesso e con chi ti sta vicino, Se sì in che modo?

    Alcune vacanze, e i relativi partecipanti, sono state da me dirottate in paesi in cui sono presenti rinomate nursery o importanti giardini botanici. Ho anche frequentato un corso in Colture in vitro presso l’Università degli Studi di Perugia, dipartimento di Scienze agrarie e ambientali, per imparare tali tecniche di propagazione che necessitano di competenze specifiche e avanzate.

    Com’è nata l’idea di scrivere un libro?

    Come credo che accada spesso, l’idea è scaturita per caso. Ho avuto l’opportunità di seguire una conferenza del brillante dottor Henry Oakley, noto psichiatra nonché botanico inglese. Nonostante il dottor Oakley sia famoso per l’accurato lavoro svolto con la sottotribù delle Lycastinae, si è anche occupato, insieme al professor Guido J. Braem, di realizzare Paphiopedilum Species. The Essential Guide, un libro fotografico che raccoglie le specie che compongono il genere Paphiopedilum.
    Già da qualche tempo ero in contatto con Braem, con cui ho sempre avuto un ottimo rapporto e che sapevo essere in procinto di completare il suo ultimo libro, The Genus Phragmipedium, pubblicato verso la fine del 2018. Data la totale assenza di letteratura riguardante i Phragmipedium in lingua italiana e il materiale a disposizione, memore della collaborazione tra Oakley e Braem, ho pensato di proporre a Guido una collaborazione che lui ha accettato. Ho iniziato a scrivere il giorno del mio trentesimo compleanno. Inoltre, l’idea del libro è maturata anche per soddisfare alcune curiosità degli appassionati italiani, divulgare informazioni inerenti alla scoperta di alcune specie o far conoscere gli aspetti orticolturali più specifici, che fanno ormai parte della conoscenza dei coltivatori internazionali o sono comunque appannaggio solo di chi conosce la lingua inglese. Infatti, per un motivo o per un altro alcuni coltivatori italiani non hanno occasione di viaggiare e di conseguenza sono tagliati fuori dall’opportunità di conoscere queste informazioni. Il mio libro verterà sulla coltivazione dei Phragmipedium e su alcuni aspetti scientifici ci sarà una semplificazione della tassonomia e varie informazioni inerenti le “scarpette del nuovo mondo”. Sono già nettamente in ritardo per la pubblicazione, ma purtroppo o per fortuna, ho atteso che venisse pubblicata la descrizione di una nuova specie peruviana per evitare che il testo diventasse obsoleto o incompleto pochi mesi dopo la pubblicazione. Il problema, allo stato attuale, si è riproposto in quanto esiste almeno un’altra specie, affine al caudatum complex, in attesa di essere descritta.

    Ne scriverai altri? Prossimi progetti?

    Questo primo libro tratta le specie e gli ibridi naturali del genere Phragmipedium e rappresenta il mio primo passo come autore se dovesse essere gradito ai lettori, mi piacerebbe tornare a parlare di Phragmipedium, con un libro sugli ibridi fatti dall’uomo e sugli effetti delle specie principali in ibridazione. Vorrei anche realizzare un libro fotografico aggiornato sulle varie specie di Paphiopedilum, in quanto negli ultimissimi anni sono state scoperte diverse specie. In futuro, quando avrò più dimestichezza con i vari generi, mi piacerebbe scrivere qualcosa sulle Catasetinae.
    Foto: Osvaldo Rozzo e Giulia Cò Testo: Osvaldo Rozzo


    Video: Phragmipedium Orchids Update


    Previous Article

    What is good about the melon - the beneficial properties of the sun fruit on guard of health and a slim figure

    Next Article

    Astrophytum